SELF-COUNSELING. IL TEMPO DI UN CAFFE’.

Quante volte ci siamo detti: “Non dovrei proprio fare in questo modo…”; “Avrei decisamente bisogno di un consiglio…”; “Dovrei fermarmi un attimo e riflettere…”, “Sono sempre di fretta e non ci capisco niente…”

È altamente probabile che, visto lo stile di vita di molti, a queste domande non sia poi seguito nulla e che si sia, comunque, andati avanti a vivere la propria vita ricacciando questi dubbi nel cassetto, per poi chiuderlo sbrigativamente e non trovarseli di nuovo davanti.

Spesso ciò che ci manca, di cui siamo poveri, è proprio il Tempo.

La tecnica dello struzzo, però, non è delle migliori; le domande, i dubbi, le perplessità non svaniscono solo perché momentaneamente sotterrate e scansate dalla vista. Serve un approccio completamente diverso, occorre fermarsi.

E come fare, allora?

Il primo passo, come sempre, è quello decisivo: non negarsi il tempo per riflettere su di noi, su ciò che ci accade, su quello che stiamo vivendo. Per le questioni non urgenti, quelle che possiamo mettere in lista d’attesa, rispetto ad altre priorità, può bastare il tempo di un caffè tutto per noi. Il tempo di chiedersi, con tutta tranquillità, che cosa fare, quando farlo, come, ma soprattutto perché.

È sufficiente una domanda per farci ragionare riguardo la maggior parte dei nostri dubbi quotidiani: perché?

Il perché è davvero molto importante: nella maggior parte dei casi (per non dire tutti) è capace di influenzare pesantemente il come facciamo le cose.

È evidente che se le motivazioni che ci spingono a fare un’attività non sono sufficienti, non hanno più valore nella nostra attualità o sono veramente minime, la probabilità di fare bene, con entusiasmo e piacere tale attività sia davvero bassa; al contrario, se siamo fortemente motivati nel portare avanti un progetto, perché lo abbiamo scelto personalmente e siamo consapevoli di ciò che comporterà tale decisione, lo faremo al meglio delle nostre possibilità, con gioia e leggerezza (quella positiva).

Costruiamo, perciò, delle buone abitudini, prendendoci ognuno il nostro tempo per fare il punto sulle proprie questioni (banali e non-) e ri-dirci, ri-chiarirci, i perché alla base delle nostre scelte e azioni.

                                                                                                                 

COPYRIGHT 2021 – danielnozzacounseling.it